smaltimento rifiuti industriali roma

Bonifica e Rimozione Amianto a Roma

La presenza in un edificio di componenti in amianto richiede una valutazione da parte di tecnici specializzati sullo stato di conservazione di questo materiale e sui rischi di rilascio di sostanze nocive per la salute e per l'ambiente. A Roma Tiburtina, Tor Cervara e nel resto della capitale, Fratello Sole & Sorella Luna offre un servizio completo di monitoraggio e valutazione dello stato delle lastre di amianto fornendo certificati di laboratori di analisi ecologiche. Gli interventi di bonifica amianto possono avvenire in tre diversi modi:

  • rimozione, eliminazione e smaltimento del materiale tossico
  • incapsulamento, trattamento con prodotti che consentono di "imprigionare" e trattenere le fibre creando una pellicola di protezione
  • confinamento, installazione di barriere che isolino le zone inquinate dal resto dell'edificio

Bonifica coperture amianto

L’operazione di rimozione di amianto dalle coperture di case e capannoni prevede due fasi: burocratica e pratica. L'azienda stabilirà un piano di intervento che dovrà essere presentato e accettato alla ASL di zona, la quale rilascerà l’autorizzazione a procedere. L'operazione di rimozione avviene su tetti, solai, controsoffitti, pilastri e vasche e può prevedere o la rimozione o l’incapsulamento, qualora l’amianto fosse su superfici in cemento armato. Nel primo caso si procede con:

  • opere provvisionali
  • rimozione lastre di eternit
  • analisi materiale
  • analisi MOCF
  • trasporto
  • smaltimento
  • ripristino con materiale nuovo

Il secondo caso, invece, consiste in un trattamento incapsulante con prodotti specifici penetranti e ricoprenti che inglobano le fibre di amianto e creano una pellicola di protezione.

Amianto compatto o friabile

L’ amianto compatto presenta fibre minerali fortemente legate in una matrice stabile e solida, esempi sono il cemento-amianto o il vinil-amianto. In edilizia è facilmente riconoscibile come lastre piane o ondulate utilizzate per le coperture a causa della loro estrema leggerezza e resistenza. Con la continua esposizione agli agenti atmosferici, però, le lastre di amianto compatto tendono a corrodersi e quindi a liberare le fibre, altamente nocive. In questo caso, l'intervento di bonifica prevede l’incapsulamento dei manufatti in cemento con impermeabilizzanti e altre sostanze che bloccano la fuoriuscita delle fibre. Si parla, invece, di amianto friabile quando il materiale tende a sbriciolarsi con grande facilità e per questo motivo è molto pericoloso. In questi casi, i sistemi di incapsulamento messi in atto risultano molto più complessi e prevedono l'applicazione di norme di messa in sicurezza molto più rigide e severe.

Share by: